Ecco perché non dovreste ascoltare musica mentre fate esercizio fisico

Se correte spesso con la musica o i podcast o mentre guardate la TV sul tapis roulant, leggete un po’ qui. Alcune nuove ricerche supportano l’idea che le distrazioni uditive e visuali mentre correte potrebbero aumentare il rischio di danni alle gambe.

Le scoperte non sono terribilmente sorprendenti

Ha senso che più cose abbiamo per la mente mentre ci alleniamo, meno prestiamo attenzione agli ostacoli davanti a noi o a quanto durante ci stiano davvero allenando. Ma questa potrebbe essere una delle prime volte che i ricercatori hanno paragonato la corsa distratta a quella non-distratta in condizioni di laboratorio e hanno davvero quantificato i risultati.

Per testare la loro ipotesi che le distrazioni possono interferire con la sicurezza, i ricercatori della University of Florida hanno chiesto a 14 runner esperti di correre su un tapis roulant tre volte separate – una mentre guardavano uno schermo che mostrava diverse lettere e colori, una mentre ascoltavano parole parlate da tre voci diverse e una senza nessuna immagine o rumore in sottofondo. In entrambi gli scenari con le distrazioni, è stato chiesto loro di prestare attenzione ed identificare determinate combinazioni lettera-colore o parole-voce.

I ricercatori hanno notato che quando i runner si concentravano su queste distrazioni, applicavano maggiore forza sulle gambe ad una velocità più alta, paragonata a quando avevano una sola cosa su cui concentrarsi. Tendevano anche a respirare più pesantemente e ad avere un battito cardiaco più alto da distratti. Durante lo scenario dell’ascolto, hanno anche provato una maggiore forza dal suolo – il che significa che applicavano più forza ad ogni passo.

I risultati, presentati al meeting annuale dell’Association of Academic Physiatrists a Las Vegas, sono preliminari e non sono ancora stati pubblicati in un giornale scientifico. Gli autori non hanno guardato specificatamente se queste cose portano davvero ad infortuni sportivi. Ma dicono che è certamente possibile e i runner che si allenano spesso o corrono con musica, rumori dalla folla o molte persone, potrebbero essere particolarmente vulnerabile, dicono.

A volte questo tipo di rumore in sottofondo non può essere evitato, certamente – e a volte vi serve davvero Spotify per affrontare delle corse di allenamento molto lunghe. Ma potrebbe essere intelligente non accumulare diverse visioni e suoni tutti insieme, dice l’autore Daniel Herman, MD, PhD, professore assistente al dipartimento di Ortopedia e Riabilitazione della University of Florida.

“Per esempio, se si corre su un nuovo percorso in un ambiente caotico come durante una maratona, sarebbe meglio evitare di ascoltare qualcosa che richiede più attenzione, come una nuova playlist di canzoni o un podcast.”Dr

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *